Sulcis Iglesiente
Visita il Sulcis Iglesiente  
 
COSE DA FARE E DA VEDERE  |   PIANIFICA LA TUA VACANZA  |   RICETTIVITÀ  |   PACCHETTI E OFFERTE  |   LA TUA VALIGIA 
Mare  >   Cultura  >   Natura  >   Vacanza attiva  >   Sport d'acqua  >   Sapori e artigianato  >   Eventi  >   Itinerari  >   Turismo didattico   >  Comuni
 
Ricettività  >   Ristorazione  >   Servizi  >   Trasporto  >   Agenzie di viaggio  >   Agenzie di incoming  >   Numeri Utili
 
 
 
 
 
 
Invia una cartolina
Galleria fotografica
Wallpaper e download
Come arrivare
Dicono di noi

Provincia di Carbonia Iglesias
Provincia di
Carbonia Iglesias
Assessorato Turismo
Sulcis Iglesiente


VARIETÀ FAUNISTICA E BIODIVERSITÀ



Fino a 2000 anni fa in Sardegna era possibile imbattersi in una piccola scimmia simile a quelle che oggi popolano la rocca di Gibilterra, il Macaca majori, il cui cranio è stato ritrovato nella zona della Miniera di Santa Lucia a Fluminimaggiore. O un piccolo elefante i cui resti sono stati ritrovati nel territorio di Gonnesa, presso la duna fossile di Funtana Morimenta, l'Elephas lamarmorae, i cui resti sono conservati oggi al museo di storia naturale di Basilea. Oggi non è più possibile incontrare elefanti e scimmie tipici di altre latitudini, ma numerosi uccelli, mammiferi, rettili, anfibi e pesci, rari ed affascinanti.

Nelle scogliere a picco sul mare e nelle falesie dell'interno nidifica il falco della regina, numerosi nell'oasi Lipu di Capo Sandalo, sull'isola di San Pietro. Sceglie le falesie anche il falco pellegrino, mentre l'astore e lo sparviero volteggiano in ogni bosco del Sulcis Iglesiente, dove è facile trovarsi faccia a faccia con la pernice sarda e l'upupa. Vicino al mare, con un po' di pazienza e fortuna, si potrà anche avvistare il raro marangone dal ciuffo e il curioso gabbiano corso, mentre al calar della sera è possibile scorgere l'assiolo e il barbagianni.


Varietà faunistica e biodiversità - Sulcis Iglesiente


Le aree umide attorno a Portoscuso, Sant'Anna Arresi, Giba e Masainas fanno la gioia dei birdwatcher: il raro pollo sultano è di casa in questi luoghi e nella palude di Sa Masa a Gonnesa, assieme ai più comuni fenicotteri e aironi, porciglioni, cavalieri d'Italia, piro piro piccolo.

Le grotte riservano sorprendenti colonie di pipistrelli: vespertillioni, orecchioni, rinofoli, sono i coinquilini dei geotritoni e del rarissimo stenasellus nuragicus, gamberetto d'acqua dolce rinvenuto ad oggi solo nella grotta di Su Mannau, a Fluminimaggiore.

Oltre ai volatili, avremo modo di incontrare il cervo sardo, confini del Marganai e nelle foreste di Santadi, dove sarà facile imbattersi anche in lepri, martore, donnole, volpi e nel topo quercino. Vicino ai corsi d'acqua si può incontrare la caretta caretta (testuggine di Hermann): un animale timido e diffidente, bisogna avere molta fortuna.

Un'immersione nelle acque cristalline dei litorali di tutta la provincia sarà infine l'occasione per incontrare dentici, spigole, orate, triglie colorate ed eleganti corvine, ma anche i ricci che si muovono lenti tra gli anemoni.

indietro     indietro    |    versione stampabile     versione stampabile


 


AGRITURISMO SOGNO LATINO
AGRITURISMO SOGNO LATINO

Agriturismo, Iglesias


Chi siamo   |    Contattaci   |    Accedi / Registrati   |    Newsletter   |    Mappa del sito   |    Area press   |    Area TO e AdV   |    Area operatori   |   Termini e condizioni   |    Credits
Sardegna Turismo
 
Facebook Blog YouTube